D’Amario parcheggia l’auto blu sul posto per i disabili – 05/09/2011

Il direttore generale non si accorge dei due cartelli di divieto e della segnaletica e occupa lo stallo

PESCARA. Alle 11,01 di ieri il direttore generale della Asl di Pescara Claudio D’Amario arriva all’ospedale a bordo della Bmw 525 di rappresentanza guidata dal suo autista. Un giro rapido nel parcheggio davanti all’ingresso visitatori ma D’Amario e l’autista sono sfortunati: il posto per la macchina non salta fuori. A dire la verità, un parcheggio semplice semplice, senza necessità di fare manovre difficili, c’è ma è riservato ai disabili: lo segnalano due cartelli alti un metro e 80 e le linee gialle dipinte sull’asfalto. Né D’Amario né il suo autista se ne accorgono, parcheggiano e scendono dall’ammiraglia in tutta fretta per dirigersi all’ospedale: «Un incontro di lavoro», dice D’Amario, «io sono uno che gira e controlla». Così, l’auto del manager della Asl occupa un posto riservato ai disabili. Soltanto per un minuto? No, D’Amario resta in ospedale almeno 40 minuti e nessuno sposta la macchina: alle 11,41 la Bmw occupa ancora il parcheggio riservato ai disabili. Immediati i commenti di medici e sanitari in pausa davanti all’ingresso visitatori: «L’auto non può stare lì», dicono, «anche se è la macchina blu di D’Amario». (p.l.)

Fonte: ilcentro.gelocal.it

05/09/2011

Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati